Contatta napoli.com con skype

Cronaca
Gudmorning London
Parte 38: Gli inglesi e il gateau di patate
di Laura Bonetti
Queste fredde giornate invernali servono a riscoprire alcuni sapori tradizionali e ad importare la cucina napoletana nella multiculturale Londra. La citt offre un panorama gastronomico veramente ampio, dal thai allindiano, passando per il messicano e la nouvelle cuisine. E cos si prova di tutto, o quasi, per poi ritornare alle origini.

La pioggia e la neve fanno s che si moltiplichino le cene internazionali, dove ognuno pu portare qualche piatto locale e dove si scatenano delle vere proprie competizioni. Inoltre proprio in questultimo periodo a Londra si stanno diffondendo sempre pi programmi televisivi che spingono gli inglesi a darsi da fare in cucina e a dimostrare (e a mostrare!) le proprie potenzialit. E cosi arriva anche il turno degli italiani. Forti del proprio background, noi napoletani decidiamo di puntare su un qualcosa di classico.

Come e ben noto tutti qui apprezzano il cibo Italiano. Soprattutto se la ricetta arriva proprio da Napoli e se si tramanda di generazione in generazione. Il piatto designato per la competizione e il famoso gateau di patate, famoso piatto della cucina napoletana che ha alle spalle una piacevole origine. La storia racconta che durante il diciottesimo secolo, successivamente alle nozze della regina Maria Carolina, figlia di Maria Teresa Lorena-Asburgo, moglie di Ferdinando I Borbone, Napoli divenne una delle mete pi famose per assaggiare delle vere e proprie leccornie a livello europeo. La nuova Regina introdusse nella capitale il gusto francese, affidandosi ai cosiddetti monsieurs, cuochi di grande esperienza, che, a partire da quel tempo, i napoletani cominciarono a chiamare "monzu'" dal termine francese.

Tra i vari piatti, questi signori importarono il gateau di patate, che da noi divenne gatto'nel corso del tempo per adattarsi al vocabolario napoletano. Questo piatto si erivelato un successo e gli altri concorrenti non hanno potuto fare altro che esporre bandiera bianca e godersi la serata.

Colonna Sonora: UB40, Red red wine



22/2/2010
  
RICERCA ARTICOLI