Contatta napoli.com con skype

Cultura
Una girandola sul mare,
romanzo introspettivo
e fantastico
di Alessandra Giordano
Il profumo della brezza marina entrava prepotentemente nel salone del Circolo Posillipo che ieri sera accoglieva la presentazione di un libro, guardacaso, sul mare.
Sorridente, gli occhi chiari e vivacissimi sotto la frangia sbarazzina, lautrice, Maria Antonia Iannantuoni, si apprestava ad ascoltare i commenti che sulla sua agile fatica avrebbero espresso il prof. Francesco DEpiscopo, docente di lettere a Salerno, ormai un decano nel brindare a nuove nascite letterarie, e Claudio Ripa, noto subacqueo dalla lunga esperienza di fotografo, giornalista e pescatore.
Intorno a loro, i padroni di casa Mario de Rossi e Giacomo Molfini, mentre tre chitarristi hanno piacevolmente intrattenuto gli ospiti tra unannotazione e una lettura di alcune pagine de La girandola sul mare (Guida editore, 7,25), enfatizzate dalla fine dicitrice Angela Iannuzzi, anche lei avvezza ormai a questo tipo di performance.
Da insegnante di lettere, la Iannantuoni regala una forma alquanto didascalica e descrittiva alla sua scrittura peraltro a tratti poetica e passionale. Ogni libro un viaggio diceva DEpiscopo che del volumetto ha scritto anche la prefazione e questo lo nella sua metafora marina. La donna mare, diceva Jung, e il mare donna, nella sua continua variabilit, nel suo essere immersa per ritrovare se stessa, avvolta, circondata perch non vuole stare sola. Come nei mesi dellattesa, come il ciclo che si rinnova e nellonda ripetitiva ritrova la sua eterna mobilit. Proprio come il mare che anchesso non vuole stare solo e che, appena si sente abbandonato dal sole, chiama la luna a fargli compagnia
La girandola sul mare una storia damore e che altro ci si pu aspettare da una donna-sirena? in cui lei pregna di intensit, costanza, fedelt ad un sentimento e lui, come tutti gli uomini, pi esposto alle tentazioni in questo caso la pesca e ad un sentimento viceversa di conquista e avventura. I due dunque seguono rotte diverse, ma le tempeste e le bonacce che i protagonisti vivono, li conducono, lo stesso, a ritrovarsi dopo il superamento delle ancestrali difficolt.
Ed ecco poi Claudio Ripa, impareggiabile appassionato delle profondit abissali con i suoi multiformi abitatori: i pesci, i molluschi, le conchiglie, le alghe, i coralli con le loro concrezioni pi svariate e colorate. Ecco una serie di diapositive strabilianti accompagnate dai suoi ricordi di veterano del mare.
14/5/2004
  
RICERCA ARTICOLI