Contatta napoli.com con skype

Cronaca
Gudmorning London
Parte 31: Would you like a brew?
di Laura Bonetti
A Londra ormai il cappotto si indossa quotidianamente e linverno ha deciso di ignorare lautunno, rubandogli il posto con prepotenza. Le temperature sfiorano lo zero e il cielo ecupo. Anche se non piove, il sole e timido e ormai non ha piu voglia di riscaldare Albione.

Alcuni inglesi sfidano il grigiore, sfoggiando colori accesi e cappelli di discutibile gusto. Altri invece di sera sfidano il freddo con una pinta di birra o con un bicchiere di whiskey, mentre di giorno si affidano alle Brew. Con questo termine, i locals chiamano principalmente gli hot drinks, ovvero, te, caffe o cioccolato caldo. Le brew sono il toccasana di una lunga giornata di lavoro, la scusa per chiedere un appuntamento romantico o lantidoto per calmare le acque in un meeting un po ostile.

Chi degli emigranti e fortunato puo gustarsi un vero espresso in uno dei pochi caf italo-londinesi, o meglio Napolenglish. Piccoli angoli di paradiso dove si ha la possibilita di immaginarsi nellaffollata via Toledo o nella panoramica Via Petrarca e godersi un buon caffe, che rispecchi le canoniche tre C, molto care ai napoletani, in tutta calma e in zone non turistiche. Gli altri dovranno accontentarsi del classico beverone dasporto, dallo stesso colore del caffe ma dal dubbio gusto. Questultimo ormai e diventato un accessorio di moda trecentosessantacinque giorni lanno, e tende ad oscurare anche il rituale che da sempre accompagna la nostra cultura: gustarsi una tazzulella di caffe e farsi due chiacchiere con gli amici, apprezzando la vita lentamente, senza rincorrere il tempo.

Colonna Sonora: Newton Faulkner, People should smile more

19/10/2009
  
RICERCA ARTICOLI