Contatta napoli.com con skype

Cronaca
Gudmorning London
Parte 23: Aspettando Napoli
di Laura Bonetti
Pur di trascorrere un weekend napoletano al 100% si e disposti a qualche sacrificio: il volo low cost delle sei di mattina per sempio. Non si dorme e con lultima corsa della tube si arriva alla stazione piu vicina per prendere un bus che portera allaeroporto. Diverse nazionalita ma tutti hanno la stessa faccia assonnata. Ce chi proviene direttamente dal bar del centro per godersi fino allultimo momento la vacanza londinese e ce chi ha lasciato casa nel cuore della note per non perdere laereo.

Arrivati allaeroporto lo scenario e surreale: decine e decine di persone, stese e accampate ovunque per dormire. Ce chi e piu equipaggiato ed e dotato di copertina e cuscino e ce chi invece si sistema come puo. Lunico bar aperto si definisce italiano e promette alla clientela di far mangiare bene. E gestito da ucraini che offrono cannelloni, lasagna e pasta al pesto anche alle 3 di notte.

Gli unici che non riescono proprio a dormire sono gli altri napoletani sullo stesso volo. Si forma una specie di comunita: tutti col proprio surrogato di espresso davanti, che di caffe non ha nemmeno laroma. Allimprovviso qualcuno ha la brillante idea di tirare fuori le carte napoletane dallo zaino e cosiin una notte, che sembrava interminabile, laeroporto si trasforma in una bisca. Si susseguono numerose partite di briscola e mini tornei di scopone scientifico.

Richiamati allordine dopo numerosi improperi lanciati da giocatori sfortunati, tutto torna tranquillo e si iniziano a contare le ore e i minuti che separano i Neapolitans dalla cittanatale. Sfogliatella, anyone?

Colonna Sonora: RHCP, Aeroplane

13/7/2009
  
RICERCA ARTICOLI