Contatta napoli.com con skype

Cronaca
Che fare?
di Vincenzo Cicala
Ministro Clemente Mastella: Bisogna ripartire dai quartieri caratterizzati da realt abitative degradate: qui che si creano le condizioni per delitti tanto gravi. Questi quartieri andrebbero sventrati, rasi al suolo e poi ricostruiti secondo criteri diversi. (La Repubblica 18.9.2006)

I quartieri ai quali si riferisce il Ministro sono di recente costruzione, di edilizia economica e popolare, costruiti al fine di risanare Napoli. Ad essi se ne aggiungono altri ad edilizia privata intensiva nella zona di Secondigliano e S.Pietro a Paterno e nella zona di Fuorigrotta - Soccavo. Inutile dire bisognava pensarci prima. Il criterio stato proprio quello di abbattere, radere al suolo in una parte della citt e costruire in un'altra parte con lintenzione anche di aprire al centro e lungo la via Marina allimprenditoria ed agli investimenti pubblici e privati. Da una parte la citt che produce e dirige, da una parte la citt degli affari e degli uffici, dallaltra parte la citt che dorme. Il concetto sarebbe stato giusto se a lavorare nei centri di direzione, dei traffici, dei commerci e degli uffici fossero andati quelli che, di notte, fossero poi andati a dormire in periferia. Ci sono andati, invece, gli sfrattati, i disoccupati, non pi sorretti neanche dai mille mestieri, per quanto miseri, dei vicoli, in una con i diseredati sradicati da altre province e contrade.

Si abbattuto cos anche un fragile tessuto sociale che reggeva da secoli e si sono create nuove comunit senza storia, senza radici, con relazioni sociali da costruire, senza economia. Povera gente, senza lavoro stata trasferita in residenze che, in altre nazioni, come Spagna ed Olanda, soddisfano chi vi abita, sia perch ogni grande edificio, ogni vela per intenderci, dotata dei necessari servizi, sia perch i residenti appartengono a diversi gradini della scala sociale, lavoratori dotati di reddito medio, di alfabetizzazione strumentale e di cultura. Inoltre uguali insediamenti, con uguale popolazione, sono stati creati nei paesi confinanti con la cinta periferica della citt, creando una situazione esplosiva a Napoli citt e circondando la citt di campi minati. Il concetto di radere al suolo in un luogo ed andare, in altra parte, ad occupare terreni, che, in s, erano dotati di risorse economiche ed erano suscettibili di sviluppo culturale ed economico se soggetti ad interventi razionali, compatibili con la vocazione propria, agricola ed artigianale, commerciale, raramente industriale (lavorazione di pane, pasta e vini), si rivelato fallimentare.

Bisogna avere il coraggio di penetrare nel ventre molle, dotarlo di tutte le attrezzature necessarie, scolastiche, formative, sanitarie, sociali ed insediarvi iniziative che, quando possibile, trovino mercato sui luoghi, quando non lo , si aprano, alle offerte di lavoro provenienti da vicino o da lontano.

Non possibile che vendite di prodotti e di servizi di prima necessit - dagli alimentari ai libri ai vestiti ecc dalla installazione e manutenzione dei citofoni e degli elettrodomestici alle riparazioni idrauliche ecc...- non siano gestiti da residenti

Seguendo il criterio di una formazione civica e professionale i Padri Gesuiti reggono, a Scampia, un centro di Formazione che, oltre a corsi di Abbigliamenti e Moda, e di Elettricisti Installatori per Impianti di B.T., anche sede di una cooperativa di lavoro che rilascia regolare fattura. Si tratta di un polo, di una piccola struttura di riferimento che associa ad attivit educative e culturali, sorrette da categorie di valori sicure ed identificabili, la formazione professionale e limprenditoria. Se, mediante la rete informatica di nuova istituzione, verr creata una bancadati che raccolga domande di lavoro provenienti da quelle regioni di Italia con le quali gi il Centro ha contatti, il Centro non dovrebbe incontrare difficolt a trovare riscontro alla propria offerta di lavoro. I giovani, daltro canto, sono contenti di viaggiare, conoscere altri luoghi, altre abitudini, altre persone. Lo stesso rapporto con le famiglie, cos traumatico nelle condizioni di miseria e di necessit, si rasserena e la famiglia acquista il significato di un riferimento sicuro, mentre ci si forma da adulti e si guadagna in giro per il mondo.

Il lavoro onesto deve essere accompagnato dalla formazione del Lavoratore e del Cittadino. E noi ci aspettiamo una riproposta da parte del comune dei cento negozi a Scampia parola dellallora assessore Raffaele Tecce ispirata alle idee di Vezio De Lucia. Una promessa non mantenuta da parte del Comune. Cento cooperative - non di spaccio - formazione del lavoratore e del cittadino - iniziativa protetta dalle insidie della mala. Cinquecento giovani sottratti alla camorra. Si comincerebbe a diffondere, a Scampia, una zona libera e florida di mercato e commerci onesti. Un inizio di rinascita. Dallinterno, in maniera ordinaria, efficace e senza inaugurazioni.

Paolo Mancuso e Sandro Pennasilico P.M. (ibidem): Quando ci sono fasce consistenti di persone che non hanno nulla da perdere, che escono la mattina e sono assolutamente indifferenti alle conseguenze delle loro azioni; quando si uccide per nulla, per un orologio o per un telefonino, come pure capitato, siamo davanti ad una disperazione sociale che provoca queste cose.

La lettura di Gomorra di Roberto Saviano coinvolge per il clima, la partecipazione e la tensione morale della narrazione di fatti gi noti, gi riportati dalla cronaca e per i pensieri suoi e quelli che egli induce nel lettore.
Tre immagini non riesco a cancellare dalla mente:
a) quella della banda di minorenni che mangiano la pizza dopo il lavoro quotidiano di rapine e di spaccio e la pancia del bambino sotto il giubbotto piena dei colpi delladdestramento. Potevano essere figli miei, o tuoi o suoi. Nessuno pu illudersi di esserne fuori;
b) il corpo delleroinomane per terra - la cavia schifosa a toccarsi da parte del camorrista incaricato di sperimentare la tolleranza del taglio della droga, il calore datogli dallurina della compagna che lama e compatisce e che lo riprende dallimmobilit della morte;
c) lo sfacelo del corpo di Aniello La Monica, il supposto traditore.

La logica stringente. Luomo, sottratto al pregiudizio sociale dellambiente di provenienza e non avendo di che vivere, commercia il corpo e la socialit, il suo essere sede di diritti e di dignit (lanima, per chi ci crede).
Ma non una crudelt confrontabile con il passato, con la storia, una crudelt nuova motivata da accumulo di potere e di capitali, una deriva che non ha rispetto di niente e di nessuno e sorge dal potere e dalla disperazione, un po com insito nel mondo moderno, la voglia dellestrema ricchezza ed il disprezzo totale delluomo.

Dov lo Stato di Diritto ?

Lo Stato di Diritto rappresentato dalla Classe Dirigente e dalla Pubblica Amministrazione.

Roberto Saviano, per darci una visione completa dell abbrutimento nostro, di Napoli e del Meridione, deve narrare laltra faccia della medaglia e compiere, con uguale passione e rabbia, un viaggio nel mondo dei partiti e della Pubblica Amministrazione.

Esiste un legame generativo e consequenziale tra lerrata rappresentazione dei bisogni della societ, lautoreferenzialit dei politici e del potere, il cattivo funzionamento della Pubblica Amministrazione e la delinquenza.

Gli investimenti per il lavoro sono stati fallimentari. Hanno generato da una parte disoccupazione e fame, dallaltra accumuli di ricchezze e delinquenza. Cos non si pu continuare, n i costi possono sempre addebitarsi al governo.

Primo punto dellaccordo con gli scissionisti:
1) gli scissionisti hanno preteso la restituzione degli alloggi sgomberati tra novembre e gennaio a Scampia e Secondigliano. Circa ottocento persone costrette dal gruppo di fuoco di Di Lauro a lasciare le case. Domanda: Oggi quante persone risultano estromesse dal possesso della loro casa ad opera di delinquenti, affini e collaterali?
Certamente decine di migliaia. Cos non si pu continuare. Lo Stato deve procedere ad un inventario rigorose delle propriet pubbliche e private e controllare che siano amministrate nel rispetto delle norme del Diritto Civile.

La concentrazione della ricchezza a Napoli enorme. Bene. Essa non pu servire ad affermare definitivamente lImpero della Camorra, ma deve servire al bene di tutti i cittadini.

E un miracolo pretendere questo. Ma anche un miracolo che Napoli si salvi. Se vuole, pu farlo. Da s.


19/9/2006
RICERCA ARTICOLI