Contatta napoli.com con skype

Altri Sport
La favola di Maradona
La sua storia a puntate - 130
di Mimmo Carratelli
Il 1999 ci porta una bella notizia, Dieguito. Sei il calciatore argentino del secolo in una selezione di cinque sportivi eletti al vertice che comprende limmenso re dellautomobilismo Juan Manuel Fangio, il micidiale e tragico pugile Carlos Monzon, il poeta del tennis Guillermo Vilas e lasso del golf Roberto De Vincenzo.

Torni in Italia a febbraio, sempre lontano da Napoli. Sbarchi a Torino per un contratto pubblicitario col colosso dellabbigliamento sportivo Kappa. Incontri Ciro Ferrara. Passi la serata nella pizzeria di Piero Chiambretti.
Il Gruppo Cecchi Gori vorrebbe fare un film sulla tua vita.

Magnifico. Intanto, il fisco italiano pretende da te 60 miliardi di lire per lIrpef non pagata dal 1985 al 1991. "E una cosa che riguarda il Napoli" dici. Non hai mai fatto opposizione e ricorsi. Sono debiti del Napoli. E una faccenda complicata. Ma puoi stare in Italia quanto vuoi. Il debito col fisco, se tuo, non prevede larresto.

Non ti presenti da Costanzo che ha programmato su Canale 5 una trasmissione speciale, Serata italiana, tutta centrata su Napoli. Il boss del teleschermo va su tutte le furie: "Non venuto domenica sera e non sono pi disponibile ad averlo in tv. Il mio show ha fatto a meno per diciassette anni di Maradona, potr continuare ad andare avanti senza di lui". Addio e niente grazie.

A Torino sei in compagnia di Guillermo Coppola. Sei dieci chili soprappeso, ma ti vesti da figurino. Maglia nera e giubbotto nero di Armani, sciarpa di seta di Dolce & Gabbana, orologio Bulgari, due diamantini al lobo sinistro, occhialini neri, capelli corti. Hola, pibe.

Voli in Turchia per commentare una partita dellArgentina. Torni a Torino. "Napoli nella mia testa e resta al primo posto". Grazie, Dieguito. Ma ti piacerebbe allenare il Parma. Lhai visto contro la Juve e ti piaciuto moltissimo. "Mi manca il calcio, mi mancano ladrenalina, le vigilie delle partite, il rapporto con la squadra, lurlo della folla".

E il tuo secondo ritorno in Italia. Perch non vieni a Napoli? "Non me la sento, non posso. Troppi ricordi, troppe allegrie, troppe amarezze. A Napoli per torner con mia moglie e le mie due figlie. Da solo, no. Da solo, mai".

A luglio, terzo ritorno, tappa a Roma per girare le scene del film "Tifosi" del produttore Aurelio De Laurentiis, regista Neri Parenti, protagonisti Nino DAngelo e Peppe Quintale. Molto folclore su Napoli. Un ciuccio di nome Careca, i bab, i bassi, la pizza, il Vesuvio, i pazzarielli.

Appari nel secondo tempo. Qualche scena con Nino DAngelo e una trentina di palleggi per il finale del film che si spegne con la musica in sottofondo di Oh mama, mama, mama. Cento milioni per il disturbo. Vedremo la pellicola a Natale. Nel promo, fai una partita da solo contro tutti.

A Roma, con Claudia, giri su una Mercedes coi vetri oscurati. C anche Coppola con la fidanzata Fernanda, ci sono un paio di amici argentini, ti proteggono quattro body guard che ti seguono al Jackie O, night ultrafamoso della capitale, e al ristorante con vista sui Fori romani dove fai una scorpacciata di tartufo bianco.

A ottobre sei a Madrid per firmare il contratto per la produzione di una telenovela sulla tua vita, tre puntate. Racconter le mie gioie e le mie tristezze. Voglio che la mia esperienza con la droga serva di monito agli altri. Suggerisci il nome dellattore che dovr impersonarti: German Palacios, argentino.

I famosi esperti tedeschi della Federazione internazionale di storia e statistica del calcio, con sede nella citt idrominerale di Wiesbaden, lavorano alla designazione del calciatore mondiale del secolo. Hanno gi selezionato dieci nomi, non c neppure un italiano!

Il campionissimo dovr venire fuori da questa rosa: Pel, Garrincha, Maradona, Di Stefano, Cruijff, Beckenbauer, Platini, Bobby Charlton, Puskas ed Eusebio.

Cari statistici tedeschi, non vi affannate. Il nome uno solo: Diego Armando Maradona.
Ciao, pibe. Allanno prossimo.

Vai alle puntate precedenti
8/12/2005
  
RICERCA ARTICOLI