Contatta napoli.com con skype

Attualita'
La napoletanitÓ vince
di Angelo Forgione
Di lauree ad honorem, Riccardo Muti ne aveva giÓ ricevute.
A Siena in "letteratura e spettacolo", a Torino in "storia e critica delle culture musicali", a Milano in "arti, patrimoni e mercati".

La sua Napoli non poteva mancare, e cosý l'Orientale gli ha conferito la Honoris Causa in "letterature e culture comparate".

La cerimonia si Ŕ svolta nella splendida basilica di San Giovanni Maggiore, un luogo di assoluto riguardo per uno tra i Napoletani che danno lustro alla cittÓ nel mondo.

E lui ha ricambiato alzando gli occhi in alto, osservando la bellezza del monumento in cui lĺOrientale ha deciso di accoglierlo, mentre il rettore Lida Viganoni annunciava alle circa 700 persone la consegna del titolo accademico.

Un gesto che parla da solo per un uomo che sa apprezzare la cultura nelle sue sfaccettature e per essa si batte da sempre.

Un luogo diverso e pi¨ nobile di quelli in cui aveva ricevuto le altre lauree, e il Maestro ha notato e sottolineato la differenza, restando davvero colpito, emozionato, da una cerimonia źdegna dello stile napoletano╗.

Nel suo discorso, ha sottolineato che la napoletanitÓ, seppur avversata, alla fine vince sempre.
Non parole vuote e di circostanza ma un pensiero sentito, coerente con quanto detto nella cerimonia della consegna della laurea a Milano dello scorso Novembre, occasione in cui il direttore d'orchestra tolse dei sassolini dalle sue scarpe con tagliente ironia, ricordando ai presenti che quando da giovane era salito nel capoluogo lombardo per studiare al conservatorio, fu accolto con la diffidenza che il Nord riserva ai figli del Sud.

Lo chiamavano terrone.
Ora Ŕ ambasciatore della cultura italiana e napoletana nel mondo, cosa di cui non perde occasione per dimostrare quanto ne sia fiero.

Clicca qui per il video

14/3/2013
RICERCA ARTICOLI