Contatta napoli.com con skype

Frammenti di amianto negli scavi di Pompei
di Antonio Cangiano
NAPOLI Schegge damianto sulle strade degli scavi di Pompei. Rinvenuti negli itinerari riservati ai turisti tra cocci e polvere, anche diversi frammenti di amianto. Antonio Pepe, segretario CISL interviene sul caso: auspico una bonifica attenzionata con ulteriori monitoraggi dellarea archeologica.

SCHEGGE NOCIVE - Due tonnellate di cemento amianto rimosse sono i numeri dellintervento di bonifica effettuato ad agosto dai tecnici dellarea archeologica degli scavi di Pompei, eppure alquanto pare non bastata.
Larea archeologica pi visitata al mondo, infatti, soffre ancora circa la scomoda presenza di amianto allinterno delle sue mura.
Diverse schegge di materiale dannoso sparso tra polveri e antichi cocci, sono state di recente rilevate lungo i viottoli polverosi e le strade basolate da alcuni turisti in visita nellarea archeologica.

NON SOLO FRAMMENTI Un quantitativo di eternit, ancora, stato rinvenuto in unantica domus; abbandonato in un sacchetto di plastica a sole poche centinaia di metri dal foro.
Sul caso interviene Antonio Pepe, sindacalista CISL: Alla luce dei recenti ritrovamenti evidente che allintervento di bonifica operato mesi fa dallamministrazione sfuggito qualcosa. Manca ancora un quadro esatto circa leventuale presenza di materiale nocivo ancora non rimosso".

BONIFICA ATTENZIONATA Da tempo il sindacato chiede che sia controllato anche il terreno per verificare uneventuale contaminazione fa sapere il segretario Pepe - I residui rilevati in questi giorni, vanno rimossi al pi presto; di dimensioni ridotte sono i pi pericolosi perch a stretto contatto con i bambini che spesso hanno la cattiva abitudine di toccare con mano i cocci sparsi un po ovunque nellarea archeologica.
Auspico pertanto una bonifica attenzionata e ulteriori monitoraggi che coinvolgano in particolare le aree indicate".

Guarda il video su youtube:
https://www.youtube.com/watch?v=qZtdfiI7GDg

21/11/2012
FOTO GALLERY
RICERCA ARTICOLI