Cronaca
Gudmorning London
Parte 5 - La musica a Londra
di Laura Bonetti
Londra e’ da sempre stata al centro della scena musicale a livello globale. La musica appartiene a questa citta’ da sempre. In moltissime stazioni della metropolitana e’ possible ascoltare geniali musicisti di tutti i generi, dal blues al rock acustico. Questi artisti sono regolati e autorizzati dal governo e spesso si tratta di veri e propri talenti. Inoltre ogni sera e’ possible recarsi in diverse zone di Londra per ascoltare musica dal vivo. Se cercate del rock, la zona di Camden puo’ offrire diversi locali in cui si suona dal rock melodico fino all’heavy metal.

Se invece siete alla ricerca di jazz, la zona di Liverpool Street sara’ la vostra scelta. Infine se volete ballare un po’ di samba e siete fan dei ritmi caraibici ci sono un paio di locali verso Holborn, che soddisferanno le vostre esigenze. In ogni caso Londra offre cosi’ tante opportunita’ che sara’ arduo non trovare cio’ che si cerca. La citta’ pullula anche di negozi musicali, soprattutto nelle zone di Camden e di Charing Cross, dove e’ possible provare strumenti, anche vintage, di ogni tipo e dove si possono trovare delle chicche a livello discografico, un vero e proprio paradiso per gli utenti piu’ esperti.

A livello di band e musicisti famosi, Londra e’ sempre stata prolifica. Negli anni ’60, e’ stata al centro della disputa tra Beatles e i Rolling Stones. I Fab Four di Liverpool invasero le classifiche a livello mondiale, introducendo un vero e proprio stile che andava dall’abbigliamento signorile ad un genere musicale melodico e ballabile. La Beatles mania importo’ anche In Italia il particolare taglio di capelli a “scodella”, tanto in voga da noi. 

Negli anni ’70, dopo la scena hippie, Londra e’ stata protagonista della scena punk con i Sex Pistols e la loro famosa Anarchy in the UK, come protesta contro il governo dell’epoca e le convenzioni in generale. Creste, borchie, capelli colorati e chiodi si diffusero ovunque, denunciando un disagio sociale e una grande voglia distinguersi dalla massa. Gli anni ’80 si riscordano per la scena pop e dance che ha come protagonista David Bowie. Lurex, collant colorati e tanto blu elettrico popolavano i club inglesi. Negli anni ’90, a Londra il rock e il brit pop hanno ripreso quota con Blur e Oasis.

Oggi, l’arena musicale comprende di tutto, dal pop dei Coldplay al rock degli U2. Quest’ultimi sono stati protagonisti di un concerto a sorpresa sul tetto degli studi londinesi della BBC circa dieci giorni fa.

Nell’olimpo musicale inglese e non, un discorso a parte meritano i Queen, che hanno occupato la scena mondiale sin dalla fine degli anni ’70 e la cui fama non si e’ spenta dopo la morte del frontman, Freddie Mercury, nel 1991.

Colonna Sonora: Queen featuring David Bowie, “Under Pressure”



Link utili per ascoltare della buona musica:
Barfly, http://www.barflycub.com/, rock
Guanabara, http://www.guanabara.co.uk/ , Brazilian
The Spitz, http://www.spitz.co.uk/, jazz
10/3/2009
  
RICERCA ARTICOLI