Contatta napoli.com con skype

Approfondimenti
Involuzione sine tempore
di Vincenzo Cicala
Cause chiare pongono in risalto lorigine dellattuale crisi, in particolare nella nostra citt di Napoli.

Innanzitutto la diversa e variopinta origine dei giovani disoccupati che costituiscono oltre il 50% della popolazione giovanile, valutazione senza dubbio ottimistica perch i disoccupati sono in effetti i 2/3.

Sono diverse e varie le necessit delle quali ha bisogno la nostra societ per porsi al riparo di un fallimento completo.

Per esempio la scuola. Con tante discussioni, leggi e leggine, in effetti vengono del tutto trascurati i comportamenti, lorientamento e le azioni che compongono la sostanza stessa della formazione del ragazzo verso una sana maturit adulta.

In parole chiare viene praticamente trascurato il rapporto tra lo studio e la realt dei problemi della societ in cui si vive, tra la scuola ed i problemi del lavoro e della famiglia.

Lo sfacelo, anche organizzativo, del Comune e delle sue diverse istituzioni nei quartieri, segna una disfunzione che non corrisponde alle esigenze dei cittadini, provocandone a volte anche la morte, in casi di interventi medici o di ordine pubblico.

Nel primo caso per la mancanza di un intervento mirato ed immediato, nei secondi il vagabondaggio frequente tra strade insicure e i locali di gioco dazzardo, riunisce gruppi di spregiudicati che provocano con il loro comportamento lintervento deciso da parte delle forze dellordine, per unazione repressiva in un ambiente inquinato.

Il problema non solo quello di avere un cambio di vertice, ma altro e diverso. Altro perch si tratta di amministrare un bene comune e si deve avere democraticamente la convinzione che si tratta di bene comune, diverso perch l'amministrazione deve essere fatta in chiarezza e trasparenza.

I giovani disoccupati provengono dalle pi varie e diverse radici: quelli out che hanno abbandonato la scuola e si sono dati alla strada ed alle sue organizzazioni camorristiche o para, i diplomati ed i laureati che non hanno alcuna prospettiva di lavoro autonomo o dipendente, quelli che il lavoro lo avevano e sono stati licenziati per fallimento o per ridimensionamento dellazienda.

Spesso la cronaca quotidiana riporta episodi di disfunzione nei diversi servizi, per esempio riguardo gli asili nido e gli invalidi. Cos a proposito del traffico che si svolge caoticamente a pericolo della gente.

Cos a proposito delle bande di delinquenti che troppo frequentemente arrivano ad uccidere. Cos il diffondersi della prostituzione fino agli adolescenti e lindurirsi delle maniere di gestione.

Si potrebbe continuare con il pessimo stato della edilizia pubblica, abitativa e monumentale. Viene fuori un lungo elenco di disservizi della pubblica amministrazione.

Per tutto ci che gestito male riparabile, con maggiore facilit, in via preventiva. Sarebbe una manna per i tanti rioni di Napoli nei quali fiorisce e troneggia la malavita, da Scampia al rione Traiano ed a tutti i paesi della provincia attaccati a Napoli.

Nellattivit di prevenzione potrebbero essere un valido tesoro i giovani disoccupati, ammaestrati e pagati per la sopravvivenza.

Se si riesce a riportare lordine, passa la crisi.
Se il disordine aumenta pu essere, invece, una guerra civile e ci rimetterebbero tutti.

Leggano la cronaca.
10/9/2018
RICERCA ARTICOLI