Contatta napoli.com con skype

Attualita'
Montecorice, sinergia fra jazz e vino
di Adriano Cisternino
Jazz e vino. Musicisti e sommelier in sintonia per tre serate da gustare con orecchie e palato. È il “Montecorice Diwine Jazz Festival”, giunto alla sesta edizione, e programmato nei giorni 20, 21 e 23 agosto dal comune cilentano in sinergia con l'Ais Campania, l'associazione dei sommelier.

In cartellone un cast di musicisti di spessore internazionale coagulato da Peppe Reale, direttore artistico del frequentatissimo Music Art napoletano, con doppio appuntamento per ciascuna delle tre serate: inizio alle 21 con concerto introduttivo per riscaldare l'ambiente e alle 22 spazio ad un gruppo più articolato.

Sul palco artisti italiani e stranieri, da Michael Rosen a Fabrizio Bosso, al mitico Gegè Munari, l'84enne batterista di Frattamaggiore che continua a girare il mondo districandosi con incredibile vivacità fra piatti e tamburi.

Ma procediamo in ordine cronologico. Si parte dunque lunedì 20 da Agnone, il palco in piazza Marina Grande, con un “aperitivo” affidato a Danise, lo “scugnizzo” del jazz, pianista di varie esperienze internazionali, soprattutto brasiliane, sintetizzate in Saravà, il suo ultimo album di ispirazioni sudamericane.

A seguire un quintetto che, al fianco del sax di Rosen, statunitense ormai da anni residente a Roma e operativo in Europa, schiera Francesco Nastro al pianoforte, un uragano di note, ed ancoraTommaso Scannapieco al contrabbasso e Peppe La Pusata alla batteria, con la voce di Walter Ricci “special guest”.

Una formazione bene assortita, in grado di esprimere disinvoltamente jazz del filone mainstream fino alle personali rivisitazioni (immancabili e sempre molto richieste) di classici napoletani.

Il crooner Walter Ricci, promessa ormai mantenuta del vocalismo jazz italiano, è stato accostato da più parti alla star statunitense Michael Buble col quale peraltro ha anche duettato in diretta Rai, complice Pippo Baudo.

Martedì 21 il palco si sposta in collina, dalla marina di Agnone alla suggestiva piazza S. Biagio di Montecorice dove in prima serata Aristide Garofalo (chitarra e voce) e Jerry Popolo (sax) si produrranno in “Blues Experience” per poi lasciare spazio al violino di Mauro Carpi, siciliano di Erice, vero acrobata dell'archetto, che avrà al suo fianco Michele Ariodante alla chitarra, Giacomo Bertuglia al contrabbasso e Gegè Munari alla batteria, con uno “special guest” polivalente quale Michael Supnick (tromba, trombone e voce) ai quali si unirà la vocalist Antonella Parnasso.

Il trittico musicale si concluderà la sera di giovedì 23, ancora in piazza S. Biagio di Montecorice, dove alle 20,45 salirà sul palco Pasquale Mandia (batteria e percussioni) con il suo trio formato da Lucio D'Amato (pianoforte) e Gabriele Pagliano (contrabbasso).

Conclusione dell'intera manifestazione affidata ad un “Tandem” di grande “appeal” formato dalla sempre seducente tromba di Fabrizio Bosso e dal pianoforte del giovane ma già affermato talento anglo-salernitano Julian Mazzariello.

Il cartellone, insomma, ha numeri in abbondanza per soddisfare i gusti musicali dei jazzofili più esigenti in tutte e tre le serate.
12/8/2018
RICERCA ARTICOLI