Calcio
Strapotere Juventus - Sfidanti-scudetto in ritardo
di Mimmo Carratelli (da: Roma del 10.09.2018)
Troppo presto, dopo tre sole giornate, dare giudizi, ma così, per gioco, confrontiamo i voti che avevamo dato alle squadre di serie A per gli “affari” al calciomercato e i voti alle loro prestazioni nei primi 270 minuti di campionato.

La Juventus pare non conoscere rivali. Il buffo è che alle spalle dei bianconeri, che hanno speso 235 milioni per rafforzarsi, c’è il Sassuolo che al calciomercato ha speso 36,7 milioni.

È una “rivalità” provvisoria che si scioglierà probabilmente alla ripresa del campionato con Juventus-Sassuolo, assurta improvvisamente a partita di vertice.

Utilizzando i preziosi dati pubblicati da “La Gazzetta dello Sport”, una classifica che tenga conto della forza economica dispiegata dai club all’ultimo calciomercato metterebbe la Juventus davanti a tutti per l’ottavo scudetto di fila (235 milioni investiti per nuovi giocatori), seguita da Roma (127,6 milioni), Milan (95 milioni), Napoli (93,5), Inter (85,5).

La forza delle squadre può essere indicata dal monte stipendi. Chi paga di più dovrebbe avere i giocatori migliori. La Juventus (219 milioni in stipendi) è sempre in testa, seguita da Milan (140), Inter (116), Roma (100), Napoli (94).

Se è la bravura degli allenatori a far rendere al meglio le squadre, considerando che gli stipendi più alti andrebbero ai tecnici migliori, ecco che ancora non c’è scampo. Vince la Juventus di Allegri (stipendio annuo 7,5 milioni), ma è secondo il Napoli di Ancelotti (6,5), terza l’Inter di Spalletti (4,5), quarta la Roma di Di Francesco (3 milioni), poi il Torino di Mazzarri e il Milan di Gattuso (due milioni), l’Atalanta di Gasperini (1,4 milioni), la Lazio di Simone Inzaghi (1,3), la Fiorentina di Pioli e la Sampdoria di Giampaolo (1,1), il Sassuolo di De Zerbi (un milione).

Chi ha speso di meno lotterà per salvarsi? Ecco in fila le squadre più “povere” all’ultimo calciomercato: Parma (15,7 milioni investiti), Cagliari (15,5), Empoli (15), Spal (9,95), Chievo (4,55), Frosinone (3,7).

Il calcio non premia i più virtuosi. Considerando le entrate e le uscite al calciomercato, ecco i club che hanno chiuso meglio il bilancio, quelli più “poveri” in testa: Bologna (+9 milioni), Chievo (+4,9), Sampdoria (+3,6), Frosinone (-3,7).

Tra le grandi, hanno contenuto le perdite le squadre che hanno ceduto molti giocatori anche della Primavera: Inter (-9), Roma (-9,2), Lazio (-14).
Andiamo al raffronto fra i due voti.

Il primo voto è quello che abbiamo dato sul calciomercato in un servizio precedente, il secondo (tra parentesi) è il voto sul rendimento delle prime tre giornate.

ATALANTA 6,5 (5) Calciomercato. Spesi 34 milioni, incassati 20: -14 milioni. Monte stipendi 27 milioni (Gomez 1,6). Gasperini 1,4 milioni. Top in entrata: Rigoni dallo Zenit un milione più 15 per il riscatto. Top in uscita: Cristante alla Roma 30 milioni. Troppi giocatori ceduti negli ultimi anni, difficile che sia protagonista di un’altra esaltante stagione (settima l’anno scorso, quarta l’anno prima). L’eliminazione ai play-off dall’Europa League l’ha raffreddata. Dopo lo strepitoso 3-3 sul campo della Roma, ha ceduto in casa contro il Cagliari (0-1).

BOLOGNA 5,5 (4)
Calciomercato. Spesi 33 milioni, incassati 42: +9. Monte stipendi 34 milioni (Destro 2). Filippo Inzaghi 0,6 milioni. Top in entrata: Falcinelli dal Sassuolo 10 milioni. Top in uscita: Verdi al Napoli 25 milioni. La sconfitta casalinga contro la Spal ne ha confermato le difficoltà. Per i bolognesi sarà un’annata dura. Zero gol in tre partite.

CAGLIARI 5 (5,5)
Calciomercato. Spesi 15,5 milioni, incassati 3,5: -11,9. Monte stipendi 29 milioni (Pavoletti 1,2). Maran 0,8 milioni. Top in entrata: Castro dal Chievo 6,5 milioni. Top in uscita: Salamon alla Spal 1,8 milioni. La vittoria a Bergamo (1-0) preziosa. Col Sassuolo in casa, vittoria sfumata al 97’ su rigore. Dovrebbe farcela a lottare con successo per la salvezza.

CHIEVO 4 (4) Calciomercato. Spesi 4,55 milioni, incassati 9,5: +4,95. Monte stipendi 21 milioni (Djordjevic, Giaccherini, Obi, Tomovic 0,7). D’Anna 0,3 milioni. Top in entrata: nessuno. Top in uscita: Castro al Cagliari 6,5 milioni. La batosta di Firenze (1-6) è più di una sirena d’allarme. Salvo l’anno scorso per cinque punti. Quest’anno sarà più dura.

EMPOLI 5 (5) Calciomercato. Spesi 15,05 milioni incassati1,4: -13,65. Monte stipendi 16 milioni (Antonelli, Caputo, Silvestre 0,6). Andreazzoli 0,4 milioni. Top in entrata: La Gumina dal Palermo 9 milioni. Top in uscita: nessuno. Ritorna in serie A e ha chance per rimanerci. Una vittoria (Cagliari in casa) e un pareggio (Chievo, fuori) sono già due buoni risultati.

FIORENTINA 6,5 (7) Calciomercato. Spesi 34 milioni, incassati 7,7: -26,3. Monte stipendi 37 milioni (Chiesa 1,7). Pioli 1,1 milioni. Top in entrata: Lafont dal Tolosa 7,5. Top in uscita: Saponara alla Samp 11 milioni. È la squadra più giovane del campionato. Due vittorie su due (in casa), partita da recuperare a Genova contro la Samp. Piazza Benassi in testa alla classifica dei cannonieri con tre gol.

FROSINONE 5 (4,5)
Calciomercato. Spesi 3,7 milioni, incassati 0: -3,7. Monte stipendi 22 milioni (Campbell 0,8). Longo 0,4 milioni. Top in entrata: Campbell dall’Arsenal 1,6 milioni. Top in uscita: nessuno. Zero gol in tre partite, brutto inizio. È tornato in serie A, avrà molti problemi a rimanerci.

GENOA 6 (6)
Calciomercato. Spesi 51,2, incassati 38: -13,2. Monte stipendi 29 milioni (Lapadula 1,5). Ballardini 0,7 milioni. Top in entrata: Piatek dal Cracovia 4 milioni. Top in uscita: Laxalt al Milan 18 milioni. Brutto scossone sul campo del Sassuolo (3-5). Ma dovrebbe conquistare il mare della tranquillità come negli ultimi campionati.

INTER 8 (6)
Calciomercato. Spesi 85,5, incassati 76,5: -9. Monte stipendi 116 milioni (Icardi, Nainggolan 4,5). Spalletti 4,5 milioni. Top in entrata: Nainggolan dalla Roma 38 milioni. Top in uscita: Bettella all’Atalanta 7 milioni. La solita storia. Grandi promesse, grandi delusioni. Battuta in avvio sul campo del Sassuolo (0-1). In casa si fa rimontare due gol dal Torino. Già 5 punti di ritardo dalla vetta.

JUVENTUS 9 (7)
Calciomercato. Spesi 234,9, incassati 90: -144,9. Monte stipendi 219 milioni (Ronaldo 31). Allegri 7,5 milioni. Top in entrata: Ronaldo dal Real Madrid 100 milioni. Top in uscita: Higuain al Milan 54 milioni. Inserimento lento di Ronaldo, ma solita macchina da scudetto. Punteggio pieno, capolista solitaria. Due successi in trasferta (Chievo 3-2, Parma 2-1) con qualche difficoltà. Difesa non più imperforabile.

LAZIO 6 (5)
Calciomercato. Spesi 46 milioni, incassati 32: -14. Monte stipendi 66 milioni (Immobile, Leiva 2,3). Simone Inzaghi 1,3 milioni. Top in entrata: Correa dal Siviglia 19 milioni. Top in uscita: Felipe Anderson al West Ham 37 milioni. Come l’anno scorso, in difficoltà negli scontri d’alta classifica: sconfitta interna col Napoli (1-2), sconfitta a Torino con la Juve (0-2). Impegnata in Europa League.

MILAN 8,5 (7)
Calciomercato. Spesi 95 milioni, incassati 71,5: -22,35. Monte stipendi 140 (Higuain 9,5). Gattuso 2 milioni. Top in entrata: Higuain 54 milioni. Top in uscita: Bonucci alla Juventus 35 milioni. Perde malamente a Napoli (2-3), poi batte la Roma (2-1). Quando sfrutterà meglio Higuain potrà conquistare la qualificazione Champions. Gioca in Europa League.

NAPOLI 6,5 (5,5)
Calciomercato. Spesi 93,5 milioni, incassati 70: -23,5. Monte stipendi 94 milioni (Insigne 4,6). Ancelotti 6,5. Top in entrata: Fabian Ruiz dal Betis 30 milioni. Top in uscita: Jorginho al Chelsea 57 milioni. Due incoraggianti rimonte su Lazio fuori (2-1) e Milan al San Paolo (3-2), poi il tonfo di Genova con la Sampdoria (0-3). Una squadra non ancora definita. Duri ostacoli in Champions.

PARMA 5,5 (5)
Calciomercato. Spesi 15,7 milioni, incassati 0: -15,7. Monte stipendi 23milioni (Inglese 1,2). D’Aversa 0,4 milioni. Top in entrata: Inglese da Napoli 3 milioni (prestito). Top in uscita: nessuno. Sembra fra le squadre meno attrezzate per restare in serie A. Un punto in tre partite, battuta a Ferrara dalla Spal (0-1).

ROMA 6,5 (5)
Calciomercato. Spesi 127,6, incassati 118,4: -9,2. Monte stipendi 100 milioni (Dzeko 4,5). Di Francesco 3 milioni. Top in entrata: Cristante dall’Atalanta 30 milioni. Top in uscita: Alisson al Liverpool 72,5 milioni. Vittoria fortunata sul campo del Torino (1-0), pareggio casalingo stentato con l’Atalanta (3-3), sconfitta a San Siro dal Milan (1-2). Problemi di inserimento per Pastore e Dezko sembra scontento. La società è bersagliata dalle polemiche per le cessioni.

SAMPDORIA 5,5 (6) Calciomercato. Spesi 28,4 milioni, incassati 32: +3,6. Monte stipendi 36 milioni (Praet 1,4). Giampaolo 1,1 milioni. Top in entrata: Saponara dalla Fiorentina 11 milioni. Top in uscita: Torrerira all’Arsenal 30 milioni. Debutta male a Udine (0-1), fantastica contro il Napoli (3-0). Dopo due decimi posti, Giampaolo potrebbe conquistare quest’anno una qualificazione europea.

SASSUOLO 5 (7) Calciomercato. Spesi 36,7 milioni, incassati 25: -11,7. Monte stipendi 28 milioni (Berardi, Boateng, Consigli, Matri 1). De Zerbi 1 milione. Top in entrata: Di Francesco dal Bologna 10 milioni. Top in uscita: Politano all’Inter 25 milioni. Inizio strepitoso. Batte l’Inter (1-0), pareggia a Cagliari su rigore nel recupero (2-2), travolge il Genoa (5-3). Sfiderà la Juve a Torino alla ripresa del campionato.

SPAL 5,5 (6)
Calciomercato. Spesi 9,95 milioni, incassati 0,5: -9,45. Monte stipendi 21 milioni (Petagna 1,2). Semplici 0,4 milioni. Top in entrata: Petagna dall’Atalanta 15 milioni. Top in uscita: nessuno. Viaggia sul filo di un gol: 1-0 al Parma, 1-0 a Bologna, 0-1 a Torino. Si annuncia un’altra salvezza “eroica”. Salva l’anno scorso per tre punti.

TORINO 5 (5,5)
Calciomercato. Spesi 63 milioni, incassati 11,9: -51,7. Monte stipendi 48 milioni (Belotti 1,8). Mazzarri 2 milioni. Top in entrata: Zaza dal Valencia 14 milioni. Top in uscita: Barreca al Monaco 10 milioni. All’esordio sfortunata sconfitta casalinga contro la Roma (0-1 all’89’), poi il magnifico pareggio in rimonta a Milano contro l’Inter (2-2) e la vittoria minima sulla Spal (1-0). Mazzarri punta a migliorare il nono posto del campionato scorso, a caccia di una qualificazione europea.

UDINESE 4,5 (5)
Calciomercato. Spesi 45,3 milioni, incassati 38,5: -6,8. Monte stipendi 22 milioni (Mandragora 1,2). Velazquez 0,3 milioni. Top in entrata: Mandragora dalla Juventus 20 milioni. Top in uscita: Meret al Napoli 25 milioni. Meglio delle incertezze della vigilia centrando la prima vittoria contro la Sampdoria (1-0) alla seconda giornata dopo il pari di Parma (2-2). Sconfitta minima a Firenze (0-1).

10/9/2018
RICERCA ARTICOLI