Calcio
Italia-Polonia 1-1, firme napoletane
di Mimmo Carratelli (da: Roma del 08.09.2018)
Sfida e firme tutte napoletane in Italia-Polonia 1-1 a Bologna, debutto azzurro nella Nations League. Zielinski, in strepitosa serata alle spalle di Lewandowski nel 4-4-1-1 della Polonia, segna il vantaggio polacco (40’). L’ex azzurro Jorginho riscatta una partitaccia, in cui ha patito proprio la supremazia di Zielinski nella zona centrale del campo, mettendo a segno l’impeccabile rigore (77’) del pareggio italiano.

Due anziani (Bonucci e Chiellini) sostengono la nazionale ringiovanita (debutto del fiorentino Biraghi). C’è molto Napoli in campo. C’è soprattutto Zielinski che prima impegna Donnarumma, miracoloso nella respinta (6’), poi va in gol (40’) su assist di Lewandowski.

Zielinski domina nella zona di Jorginho giocando alle spalle di Lewandowski. Nell’azione dell’1-0 polacco, Jorginho perde palla due volte. L’ex azzurro sembra in grosse difficoltà. Perde molti palloni, non suggerisce l’azione offensiva.

Insigne è il più pronto a mettere palloni in area. Anche un gran tiro, però alto, dopo un fantastico stop (23’). Sprazzi di Sampdoria-Napoli nel duello tra Bereszynki e Lorenzo.

Jorginho cerca spesso Insigne e Lorenzo, alla fine del primo tempo, gli restituisce il pallone offrendogli la battuta per il gol dal limite, pallone deviato in corner da Glik (42’).

Insigne entra spesso nel campo come pretende Ancelotti nel Napoli favorendo le puntate offensive di Biraghi. Balotelli è fermo e va al tiro una volta, altissimo (36’). Bernardeschi è impreciso. Buon lavoro dei laterali di centrocampo.

Nel primo tempo nessun tiro in porta dell’Italia, tre per la Polonia. Match con molti falli (Italia 7, Polonia 14). Polacchi meglio in campo e più reattivi.

Nel 4-3-3 di Mancini non funziona la spinta dei terzini. Zappacosta viene poco avanti dovendo fronteggiare l’arrembante terzino atalantino Reca. Biraghi spinge, ma conclude male l’azione. I due laterali Gagliardini e Pellegrini sono eccellenti lavoratori, ma non ispirano mai un’azione decisiva.

Balotelli, neanche in buone condizioni fisiche, è assente ed esce dopo un’ora di gioco per far posto a Belotti che non fa meglio. Inspiegabile la sostituzione di Insigne con Chiesa (71’) perché, fra i due esterni offensivi, il napoletano stava giocando meglio dell’impreciso Bernardeschi. Chiesa aveva solo il merito di procurarsi il rigore del pareggio, inserendosi a destra e atterrato da Blaszczykowski.

Neanche l’inserimento di Bonaventura per Pellegrini nel secondo tempo migliorava la qualità del gioco italiano a metà campo.

È stato un buon pareggio, la Polonia meglio in partita anche sotto l’aspetto fisico. L’Italia ha tirato in porta appena due volte, la Polonia quattro.

Cancellate praticamente le amichevoli, prese sempre sottogamba e giocate con poca voglia, la Nations League, il nuovissimo torneo Uefa che le sostituisce, richiede la ricerca della vittoria, non certo il gioco, perché vincere in Nations League dà alcuni vantaggi influendo sulla posizione delle nazionali nel ranking europeo e favorendo le qualificazioni al Campionato continentale 2020.

Il gioco ogni nazionale lo troverà da sé e, più di tutti, deve trovarlo l’Italia esclusa dall’ultimo Mondiale e nel bel mezzo di un ricambio generazionale. Mancini si è lamentato della bassa percentuale di giocatori italiani (39,6%) nel nostro campionato che rende difficile le selezioni azzurre. In parte è vero, ma anche negli altri campionati la presenza degli stranieri è massiccia (67,9 nella Premier). Ognuno avrà le sue soluzioni per allestire squadre nazionali di livello. L’Italia fa più fatica degli altri.

Prossimo impegno azzurro nella Nations League lunedì a Lisbona contro il Portogallo (senza Cristiano Ronaldo).

ITALIA-POLONIA 1-1 (0-1)
ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Zappacosta, Bonucci, Chiellini, Biraghi; Gagliardini, Jorginho, Pellegrini (46’ Bonaventura); Bernardeschi, Balotelli (61’ Belotti), Insigne (71’ Chiesa).

POLONIA (4-4-1-1): Fabianski; Bereszynski, Glik, Bednarek, Reca; Kurzawa, Klich (55’ Szymanski), Krichowiak, Blaszczykowski (80’ Pietrzak); Zielinski (66’ Linetty); Lewandowski.

ARBITRO: Zwayer (Germania).
RETI: 40’ Zielinski, 77’ Jorginho rigore.

NATIONS LEAGUE
Serie A – Gruppo 3
(Italia, Polonia, Portogallo)
Italia-Polonia 1-1
Lunedì 10: Portogallo-Italia.
9/9/2018
RICERCA ARTICOLI