Basket
Nasce la Generazione Vincente Napoli Basket
di Mario Triggiani
Si è tenuto questa mattina alla Mostra d'Oltremare il battesimo della nuova creatura cestistica Made in Napoli creata dal duo Federico Grassi e Francesco Tavassi che hanno cambiato la denominazione ed il logo societario del Cuore Napoli Basket acquistato poco meno di un mese fa.

L'annuncio è del patron, che ha aperto la conferenza esprimendo compiacimento per l'avvenuto cambio: "Per me è motivo di orgoglio tornare a chiamarci Napoli Basket perché per me è molto importante portare questo nome e provare a rinverdire i fasti del basket precedente. Oltre al nome abbiamo cambiato anche il logo che i ragazzi porteranno sulle canotta ufficiali. Con il dottor Tavassi abbiamo intrapreso questo progetto che anche noi abbiamo definito "sana follia": riportare Napoli dove merita, cioè in Serie A. Siamo riusciti a coinvolgere nel progetto anche Generazione Vincente, che è convinta della bontà del progetto ed ha voluto affiancarci come title sponsor, dunque per la prossima stagione saremo la Generazione Vincente Napoli Basket.
La casa del basket per quest'anno sarà Casalnuovo, dove abbiamo avuto un'ottima accoglienza da parte del sindaco Pelliccia. Fino a marzo il PalaBarbuto non sarà disponibile, ma contiamo di giocarci i playoff in un PalaBarbuto pieno.
Ci sarebbe piaciuto trovare un apporto da parte di altre società che ci affiancassero per il settore giovanile ma purtroppo a Napoli creare un progetto del genere non appare possibile e dunque dovremo andare avanti solo con le nostre forze
".

Il Dott. Amoruso di Generazione Vincente racconta così la sua scelta di affiancare il Napoli Basket: "Siamo al terzo anno di questa avventura al fianco del basket napoletano ed abbiamo sempre l'obiettivo di riportare Napoli ai livelli che merita. Veniamo da due esperienze contrastanti con la promozione di due anni fa e la retrocessione della scorsa stagione. La differenza penso l'abbia fatta l'amalgama e dunque quest'anno sarà necessario trovarla al più presto.
Il progetto delle nuova proprietà ci è sembrato subito vincente con l'intenzione di tornare al più presto in Serie A
".

Aggiunge Tavassi: "Ci sono altri diversi imprenditori napoletani che sono interessati a partecipare alla scalata che abbiamo in programma. Oltre alla passione ci vuole organizzazione ed è ciò che ho intenzione di portare in società.
Napoli merita di avere una squadra in Serie A e di confrontarsi con grandi piazze come Roma, Bologna o Milano, dunque l'obiettivo non potrà che essere questo
".

Prende poi la parola il coach Gianluca Lulli: "Bisogna essere orgogliosi di essere parte di questo progetto e di ciò ringrazio la proprietà.
Ho subito percepito l'entusiasmo del presidente e di tutto l'entourage e sentiamo tutti di avere una grande responsabilità nei loro confronti così come nei confronti di tutta la città.
Cercheremo di riportare Napoli dove merita. Per ora sarà importante creare il prima possibile un buon gruppo, ma siamo fiduciosi di avere a disposizione ottimi uomini prima ancora che buoni atleti.
Siamo in un girone durissimo, con tante altre realtà importanti e ci sarà sicuramente anche qualche altra sorpresa. Ma noi siamo Napoli e bisognerà ricordarcelo ogni volta che affronteremo una gara difficile.
Poter fare l'allenatore in una piazza come Napoli è un grande motivo di orgoglio
".

Lulli ha poi continuato presentando i giocatori e lo staff tecnico che lo accompagneranno nella prossima stagione sportiva.

La conferenza si chiude con un messaggio alla tifoseria da parte del capitano del Napoli Basket Francesco Guarino: "L'impegno da parte nostra in questa stagione sarà massimo. Non posso promettere niente, ma tutti noi cercheremo di dare il massimo. I pensieri e l'ambizione sono quelli giusti, perché questo è ciò che Napoli merita. Faremo un passo alla volta mettendocela sempre tutta per portare questa squadra in Serie A per ripagare l'entusiasmo che ci verrà dato".

7/9/2018
FOTO GALLERY
RICERCA ARTICOLI