Basket
Il Cuore Napoli Basket
perde anche contro Agrigento
di Mario Triggiani
Ancora una sconfitta per il Cuore Napoli Basket che ha perso ieri l'ultima gara interna del 2017 contro la Moncada Agrigento.

L'impegno non era certo dei più agevoli, ma Napoli ha pagato soprattutto l'assenza forzata della sua guardia titolare Carter oltre alle condizioni fisiche non ottimali di alcuni suoi giocatori.

Il Cuore parte bene, trascinato da un Basabe grintoso che fa a sportellate sotto le plance. Purtroppo i soliti problemi di falli limitano pesantemente l'apporto del lungo americano che, uscito anzitempo dal parquet, non riuscirà più a dare lo stesso contributo per il resto della gara.

Agrigento non prende mai il largo, grazie anche ad un'efficace difesa messa in campo dai napoletani e soprattutto al lavoro certosino di Nikolay Vangelov. Il centro bulgaro gioca probabilmente la miglior gara della sua stagione segnando molti punti in post e lottando duramente su ogni rimbalzo.

Arrivati all'ultimo quarto Napoli non sembra però averne proprio più. Con i lunghi gravati dai falli e troppe palle perse che lanciano i contropiedi avversari, la formazione in canotta azzurra può solo assistere ad una lenta fuga Agrigento, che vincerà la gara per 89-81.

Anche se si sono viste tante piccole buone cose nelle prestazioni dei singoli e di squadra, è evidente come la situazione di classifica del Napoli basket si faccia sempre più preoccupante.

La salvezza diretta dista oramai sei punti e gli scontri diretti contro le altre pretendenti sono tutti a sfavore. Urge dunque un cambio di rotta per raddrizzare la stagione prima che sia compromessa del tutto.

I tifosi dal canto loro sembrano spazientirsi sempre più e ieri la curva ha inondato il campo di palline di plastica alla prima azione di gioco evidenziando con cori la mancanza di attributi di una squadra che troppo spesso in passato si è arresa alla prima difficoltà.

Non è d'accordo coach Russo, che al termine della gara ha dichiarato ai microfoni della stampa:
"Quando si perde non si è mai contenti, ma oggi pur giocando senza un americano e con Basabe condizionato dai falli abbiamo avuto una grande risposta da Vangelov.
Nel momento clou abbiamo sbagliato tutte le scelte di tiro e di passaggio concedendo ad Agrigento contropiedi che hanno aperto il campo, e la percentuale bassa ai tiri liberi rappresenta un limite mentale.
Quella di stasera era una partita da vincere soprattutto sotto l'aspetto mentale e credo sia stato evidente che negli ultimi cinque minuti abbiamo pagato proprio questo. Non parlo di inesperienza, ma di ingenuità, visto che potevamo e dovevamo fare di più.
Però c'è da dire che siamo una squadra che sta crescendo, nonostante i grandi problemi in settimana che ci hanno costretto di allenarci senza Sorrentino, Carter e Basabe. Non è facile con queste rotazioni.
Abbiamo avuto comunque tanto dalla panchina, segno del fatto che i ragazzi si sono impegnati tanto.
I giocatori in campo hanno provato a dare tutto ed in attacco finalmente ci stiamo dando un gioco. È chiaro che dobbiamo sapere meglio come gestire determinate cose. Adesso con la società parleremo e vedremo se sarà possibile operare a gennaio qualche cambiamento.
Non vedo tutto negativo, visto che abbiamo perso solo di otto contro una squadra che potrebbe partecipare alla Coppa Italia.
Sto cercando di imporre alla squadra la concezione per cui il bene della squadra viene prima di quello del singolo. In campo ci andranno quelli che hanno davvero voglia di sudare la maglia, perché Napoli merita questo dai giocatori e dallo staff".


Il prossimo impegno per Maggio e compagni sarà venerdì prossimo alle 20:30 al Biella Forum per l'ultima gara dell'anno solare contro la formazione piemontese che occupa attualmente la seconda posizione in classifica.

Una vittoria sarebbe insperata, ma a questo punto del campionato la fame deve avere la meglio sulla logica per rimanere con tutte le forze aggrappati al treno salvezza.

Tabellini

Cuore Napoli Basket - Moncada Agrigento 81-89 (26-23, 20-25, 21-21, 14-20)

Cuore Napoli Basket: Nikolay Vangelov 17 (6/7, 0/0), Gennaro Sorrentino 13 (5/12, 0/1), Bruno Mascolo 12 (6/10, 0/2), Stefan Nikolic 11 (4/9, 1/1), Melsahn Basabe 9 (4/5, 0/0), Roberto Maggio 7 (0/0, 2/3), Mattia Mastroianni 6 (0/1, 2/3), Matteo Fioravanti 6 (1/3, 1/2), Alessio Ronconi 0 (0/0, 0/0), Massimiliano Bordi0 (0/0, 0/0), Alessandro Puoti 0 (0/0, 0/0), Antonio Gallo 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 18
Rimbalzi: 27 4 + 23 (Nikolay Vangelov, Bruno Mascolo, Stefan Nikolic 6)
Assist: 12 (Bruno Mascolo 5)

Moncada Agrigento: Jalen Cannon 22 (5/12, 1/3), Pendarvis Williams 20 (6/7, 2/4), Simone Pepe 17 (2/5, 2/4), Lorenzo Ambrosin 12 (2/5, 1/5), Marco Evangelisti11 (3/6, 1/3), Isacco Lovisotto 4 (2/2, 0/1), Tommaso Guariglia 2 (1/2, 0/0), Ruben Zugno 1 (0/0, 0/1), Giuseppe Cuffaro 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Magro 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 26 / 30
Rimbalzi: 33 10 + 23 (Jalen Cannon, Pendarvis Williams 10)
Assist: 12 (Pendarvis Williams 5)

24/12/2017
RICERCA ARTICOLI