Calcio
Il Napoli conclude le amichevoli
battendo l’Espanyol al San Paolo
di Mimmo Carratelli
Ultima amichevole del Napoli (2-0 all’Espanyol al San Paolo) in vista del match di andata del preliminare Champions contro il Nizza (16 agosto a Fuorigrotta).

Vittoria tranquilla contro un avversario che si è stretto in difesa (4-5-1) e non ha mai impegnato Reina (Sepe negli ultimi venti minuti).

Sarri attendeva lumi sulla condizione della squadra. Il Napoli è apparso sicuro, col solito gioco “a memoria”, ma non ancora prontissimo per la sfida Champions di ferragosto. Le gambe degli azzurri sono ancora pesanti.

Dopo un inizio brillante, quasi un quarto d’ora, la squadra si è “fermata” mantenendo il possesso-palla, ma poco efficace nelle finalizzazioni.

È anche vero che l’Espanyol non concedeva spazi infittendo la difesa e raddoppiando le marcature sugli attaccanti napoletani, chiudendoli al tiro.

Altri minuti nelle gambe per il Napoli di Sarri, comprese le undici sostituzioni nel corso del secondo tempo.

Contro il Nizza ci vorrà una “musica” più convincente. Più velocità e più incisività. Troppi “titolarissimi” non reggono ancora i 90 minuti.

Albiol, che di testa su corner siglava il raddoppio, è stato tra i migliori confermando la buona impressione destata nelle amichevoli precedenti.

Jorginho è stato il sovrano incontrastato del centrocampo giocando una miriadi di palloni, sempre a un tocco.

Ounas, entrato al 75’ per Callejon, ha dato subito spettacolo con una serie di “numeri” sulla fascia destra e una conclusione finita sul palo.

L’inizio del Napoli è stato spettacolare, ma è durato poco. Insigne (4’) e Hamsik (9’) al tiro, conclusioni parate da Adrian Lopez.

Man mano la manovra azzurra s’è fatta meno veloce. La squadra ha mantenuto il possesso-palla, ma ha perso energia e brillantezza.

Sotto porta, in almeno quattro occasioni, gli azzurri non sono stati felicissimi nelle conclusioni. Un tiro a giro di Insigne finiva a lato (19’). Mertens doveva lottare sempre contro due avversari e persino tre.

Anche il caldo condizionava la prestazione degli azzurri che facevano girare palla, ma si liberavano al tiro con fatica. Insigne, poi, sul tocco breve di Mertens, in una punizione “a due” nell’area spagnola, alzava maldestramente la mira (32’). Non è stata la notte di San Lorenzo.

Il vantaggio arrivava da una punizione poco oltre la lunetta (abbattuto Callejon). Mertens realizzava con una parabola irresistibile che lasciava di stucco il portiere spagnolo (35’).

Il Napoli non spingeva più di tanto e, a inizio ripresa, accusando un calo evidente, subiva l’iniziativa dell’Espanyol che si affacciava per la prima volta nella metà campo azzurra.

Un errore di Allan faceva involare Baptistao verso la porta di Reina, ma l‘attaccante brasiliano falliva la conclusione calciando il pallone addirittura verso la linea del fallo laterale (50’).

Ci provava Hamsik dalla distanza con un gran tiro sventato in corner da Adrian Lopez (55’) e, sul corner battuto da Callejon, Albiol infilava di testa per il raddoppio (55’).

Cominciava la giostra dei campi. Dal 59’ sino alla fine, Sarri sostituiva tutti gli undici dell’inizio. Si faceva notare il solo Ounas, mentre Milik è apparso ancora fuori condizione.

È stata la sesta amichevole di un certo livello del Napoli che ha concluso gli incontri estivi con tre vittorie (Carpi, Bayern, Espanyol), due pareggi (Chievo e Bournemouth) e una sconfitta (Atletico Madrid).

Gli azzurri hanno messo a segno 12 gol subendone sei. Sono andati a bersaglio due volte Mertens, Callejon, Ounas e Milik (la doppietta contro il Carpi). Gli altri centri sono stati di Koulibaly, Giaccherini, Zielinski e Albiol.


NAPOLI (4-3-3): Reina (71’ Sepe); Maggio (59’ Hysaj), Albiol (71’ Maksimovic), Koulibaly (59’ Chiriches), Ghoulam (75’ Mario Rui); Allan (71’ Rog), Jorginho (75’ Diawara), Hamsik (59’ Zielinski); Callejon (75’ Ounas), Mertens (59’ Milik), Insigne (75’ Giaccherini).

ESPANYOL (4-4-2): Adrian Lopez; Javi Lopez, Diop, Hermoso (80’ Lluis Lopez), Caricol; Jurado (56’ Perez), Fuego Martinez, Roca (46’ Granero), Piatti (46’ Melendo, 88’ Puado); Gerard Moreno (65’ Garcia), Baptistao (61’ Vazquez).

ARBITRO: Guida (Torre Annunziata).

RETI: 35’ Mertens, 55’ Albiol.


LE AMICHEVOLI DEL NAPOLI
Napoli-Bassa Anaunia 17-0
Napoli-Trento 7-0
Napoli-Carpi 4-1
Napoli-Chievo 1-1
Napoli-Atletico Madrid 1-2
Napoli-Bayern 2-0
Napoli-Bournemouth 2-2
Napoli-Espanyol 2-0
11/8/2017
RICERCA ARTICOLI