La favola di Maradona
La sua storia a puntate – 62
di Mimmo Carratelli
Non ti sono piaciuti i resoconti dei giornali sul tuo matrimonio, Diego. gli accenni allo spreco miliardario per la festa, l’ironia sul kitsch e altre amenità gratuite, qualche vago accenno a vassoi d’argento diciamo così energetici al Luna Park. Replichi a muso duro: “Comincio il silenzio stampa più lungo del mondo”.

Veniamo a noi. Sei rientrato a Napoli puntualmente, come avevi promesso. Un matrimonio lampo, la luna di miele rinviata a dopo il Mondiale 1990. Bisogna cancellare le “ombre” col Napoli.

E’ un giorno benedetto il 14 novembre, un martedì. E’ il giorno della Pace di Soccavo (dopo l’armistizio di una settimana prima). Ferlaino ritira la denuncia e la richiesta di danni contro la Diarma Establishment, che cura la tua immagine, per il ritardato ritorno dall’Argentina dopo l’estate dei capricci e delle dichiarazioni di guerra. Ti aggiunge, l’Ingegnere, un premio di centomila dollari se il Napoli vincerà almeno un trofeo. Siamo in corsa in campionato, nella Coppa Uefa e nella Coppa Italia.

In campionato, alla ripresa del torneo, ci teniamo in piedi. Al “San Paolo” pieghi la Sampdoria su rigore, ma Dossena pareggia. E’ il primo punto ceduto in casa. Ma restiamo in testa alla classifica: l’Inter a 3 punti, la Juve a 4, il Milan a 5.

Molliamo la Coppa Uefa, a Fuorigrotta, col Werder Brema. Facciamo due gol ai tedeschi, con Alemao e Careca, ma loro ce ne fanno tre. L’imbattibilità del “San Paolo” finisce e superare il turno diventa una chimera.

L’andamento lento prosegue in campionato. Andiamo a trovare la Juve, altro pareggio. Segna Crippa, ma i bianconeri ci acciuffano a un quarto d’ora dalla fine. Però il primo posto è sempre azzurro: Juve, Inter e Milan sono a quattro punti.

Ti tormenta il mal di schiena, maledizione, e per la partita con l’Atalanta al “San Paolo” vai in panchina. Ma è una passeggiata. Facciamo tre gol ai bergamaschi, Zola gioca con la tua maglia numero 10, segna anche un gol, col piede destro. Lo applaudi. A dieci minuti dalla fine vuoi provare ad entrare in campo. Ti cede il posto Zolino, sembra tutto okay.

Andiamo a Brema per uscire dalla Coppa Uefa. Non avevamo nessuna speranza, ma la batosta che rimediamo ci offende. E’ un duro 5-1 che dobbiamo digerire. Rompi il silenzio stampa per dire: “Abbiamo perso la faccia”. Un trofeo se ne va, appena vinto l’anno prima.

Campionato. Andiamo a pareggiare a Bari (1-1). Carnevale rimedia a otto minuti dalla fine. Gli suggerisci il gol, bravo Dieguito. Alle spalle, l’Inter si avvicina a 3 punti, il Milan è a 4, la Juve a 5. Allunghiamo la domenica dopo con una novità: Di Fusco in porta al posto di Giuliani. A Fuorigrotta battiamo allegramente e seccamente il Bologna, gol di Careca e Baroni. L’Inter si stacca a 4 punti, il Milan a 5 e la Juve a 7. Respiriamo.

Il Napoli è imbattuto. Passa il Natale, sta sopraggiungendo l’anno nuovo. E’ il 30 dicembre all’Olimpico. Contro la Lazio ancora Di Fusco in porta. Ci abbindola un Amarildo di secondo ordine, tale Souza do Amaral Amarildo, un venticinquenne di Curitiba. Ci fa un gol nel primo tempo. Bigon rimedia: fuori Ferrara e dentro Carnevale nella ripresa. Non riusciamo ad acciuffare il pareggio e, negli ultimi dodici minuti, becchiamo altri due gol. Amarildo esce dal campo con la gloria di una doppietta.

E’ la prima sconfitta in campionato. Ci guardiamo alle spalle. Achtung. L’Inter è a 2 punti, il Milan a 3 e la Juve a 5.

Festeggiamo il Capodanno e poi si vedrà.

Continua

Vai alla prima puntata
Vai alla seconda puntata
Vai alla terza puntata
Vai alla quarta puntata
Vai alla quinta puntata
Vai alla sesta puntata
Vai alla settima puntata
Vai alla ottava puntata
Vai alla nona puntata
Vai alla decima puntata
Vai alla undicesima puntata
Vai alla dodicesima puntata
Vai alla tredicesima puntata
Vai alla quattordicesima puntata
Vai alla quindicesima puntata
Vai alla sedicesima puntata
Vai alla diciassettesima puntata
Vai alla diciottesima puntata
Vai alla diciannovesima puntata
Vai alla ventesima puntata
Vai alla ventunesima puntata
Vai alla ventiduesima puntata
Vai alla ventitreesima puntata
Vai alla ventiquattresima puntata
Vai alla venticinquesima puntata
Vai alla ventiseiesima puntata
Vai alla ventisettesima puntata
Vai alla ventottesima puntata
Vai alla ventinovesima puntata
Vai alla trentesima puntata
Vai alla trentunesima puntata
Vai alla trentaduesima puntata
Vai alla trentatreesima puntata
Vai alla trentaquattresima puntata
Vai alla trentacinquesima puntata
Vai alla trentaseiesima puntata
Vai alla trentasettesima puntata
Vai alla trentottesima puntata
Vai alla trentanovesima puntata
Vai alla quarantesima puntata
Vai alla quarantunesima puntata
Vai alla quarantaduesima puntata
Vai alla quarantatreesima puntata
Vai alla quarantaquattresima puntata
Vai alla quarantacinquesima puntata
Vai alla quarantaseiesima puntata
Vai alla quarantasettesima puntata
Vai alla quarantottesima puntata
Vai alla quarantanovesima puntata
Vai alla cinquantesima puntata
Vai alla cinquantunesima puntata
Vai alla cinquantaduesima puntata
Vai alla cinquantatreesima puntata
Vai alla cinquantaquattresima puntata
Vai alla cinquantacinquesima puntata
Vai alla cinquantaseiesima puntata
Vai alla cinquantasettesima puntata
Vai alla cinquantottesima puntata
Vai alla cinquantanovesima puntata
Vai alla sessantesima puntata
Vai alla sessantunesima puntata
3/1/2005